Cose da portare alle lezioni

Ecco qualche suggerimento di cosa portare per rendere più piacevoli le tue lezioni. Te stesso e il semplice desiderio di conoscerti un po' meglio a parte, nello yoga non serve molto altro. Però qualche dritta può sicuramente servire per garantire una lezione agevole.

Pulisci corpo e mente. Evita di venire a lezione senza un corpo pulito. Vieni sempre con buone intenzioni. Anche quando non stai proprio bene, sai che starai meglio dopo.

Tappeto. Abbiamo tappeti a disposizione, però vorremmo che ci metteste una asciugamano sopra per aiutarci a tenerli puliti. Per favore arrotolate il tappeto alla fine della lezione e metteteli nel loro cestone.

Tutto il resto dipende da voi. Yoga è molto semplice, non serve molto per la tua pratica. Abbiamo qualche blocco e alcuni fasce ma, se vuoi, puoi portare ciò che ti serve.

Cosa non portare:

  • Ambizioni e giudizi. Vieni sempre con uno spirito positivo.
  • Profumi o prodotti dall'odore pesanti. Non applicare creme alla pelle per permettere che la pelle respiri e rilasci il sudore.
  • Cellulari. Perché portarli? Se lo porti spegni per favore la suoneria.

Come iniziare le lezioni di yoga

Ecco qualche suggerimento che, secondo noi, aiuterà a che la tua esperienza qui da noi sarà la migliore possibile. Solo poche cose servono per assicurare una pratica agevole e facile durante le tue prime lezioni, e sarai in grado di scegliere le lezioni che fanno per te. Sentiti libero di chiamarci per qualsiasi domanda.

Inizia sempre con una lezione per principianti. La Prima serie modificata copre le fondamenta della nostra pratica e permette all'insegnante di conoscere gli studenti e la loro pratica individuale. Una lezione per principianti di Ashtanga Yoga può essere impegnativa per qualcuno. Anche quando uno avanza nella pratica, si torna sempre a rivisitare sia la Prima serie modificata che quella completa una volta alla settimana. Il corpo rimane condizionato a queste pose (Yoga chikitsa – guarigione) e preserva l'umiltà del praticante.

Impegnati nella lezione e così ti puoi impegnare con te stesso. Tutti possono fermarsi quando ne hanno bisogno, ma se devi finire prima, per favore avverti l'insegnante e metti il tuo tappeto vicino alla porta. Quando ti rendi conto che non puoi finire la lezione spostati nel retro della sala e ricordati di rimanere in savasana (rilassamento finale disteso sulla schiena) per al meno 5 minuti prima di andare via.

Tutte le asana si eseguono con movimenti controllati e morbidi. Conosci i tuoi limiti fisici e rispettali. Sei qui per praticare pranayama (controllo del respiro), dharana (concentrazione) e dhyana (meditazione); le pose sono solo uno degli aspetti dello yoga, non lasciare che diventino un ostacolo per la pratica degli altri e per il vero scopo dello yoga.

Gli studenti possono modificare le pose per semplificarle o fare variazioni più avanzate finché questo sta nel ritmo della lezione. I benefici maggiori si traggono quando tutti stanno nello stesso ritmo e rispettano la presenza e il ritmo dell'insegnante. Se volete fare pose avanzate, per favore evitate le lezioni della Prima serie intera; sono sequenze fisse che non devono essere cambiate una volta che si raggiunge la padronanza piena delle pose. Variazioni cambieranno l'effetto di quella serie classica.

Prenditi sempre abbastanza tempo per arrivare e cambiarti, e metti il tappeto in sala almeno 5 minuti prima dell'inizio della lezione. Questo evita inutili interruzioni della tua esperienza.

La magia di un sorriso. Rilassa il tuo viso, e si rilasseranno molte tensioni nel tuo corpo e nella tua mente. Sorridere ti fa respirare più facilmente. Un sorriso è l'espressione di uno dei sentimenti più belli, la compassione.